Offrire esperienze uniche ai dipendenti identificando ed eliminando l’Experience Gap

Non c'è alcun dubbio che avere dipendenti soddisfatti e motivati è fondamentale per un business di successo. Le aziende che offrono le migliori employee experience ottengono una maggiore produttività, realizzano profitti più alti, registrano bassi turnover e hanno dipendenti che agiscono come brand ambassador.

Per vincere nell’EXperience economy andare oltre le aspettative dei dipendenti, vuol dire avere dipendenti che a loro volta cercheranno di superare le aspettative dei clienti. I sistemi tradizionali di gestione delle risorse umane sono in grado di fornire dati dettagliati sui dipendenti, quanti hanno svolto un certo corso di formazione, quanti hanno concluso il percorso di performance management, quanti sono stati promossi, quanti talenti si sono dimessi in un trimestre, ecc.

Tutti questi dati operativi (O-data) aiutano le organizzazioni a capire il “COSA” Ma tutti questi rimangono scorrelati dai dati relativi all’esperienza (X-data) che i dipendenti vivono quotidianamente all’interno dell’organizzazione, cioè quei dati che aiutano ad esempio a capire le opinioni, attitudini e intenzioni dei dipendenti, cosa influenza la loro permanenza o uscita in azienda, perché i candidati accettano o rifiutano un’offerta, cosa rende motivato un collaboratore, quanto tempo impiegano i nuovi assunti a raggiungere la piena produttività, ecc.

Solo la combinazione degli O-data e degli X-data permette quindi di capire la dimensione, la frequenza di un fenomeno e soprattutto il PERCHè sta accadendo. Grazie alla recente acquisizione di Qualtrics, azienda leader per le soluzioni di experience management, SAP SuccessFactors ha introdotto a inizio maggio tre soluzioni di Employee Experience Management che trasformano le piattaforme HR esistenti in sistemi di azione a livello aziendale. Le nuove soluzioni raccolgono dati relativi all'esperienza dei dipendenti durante il loro percorso professionale all’interno di un’organizzazione e consentono all’HR di ascoltare, comprendere il “sentiment” all’interno dell’organizzazione e prendere decdisioni affidandosi a dati che permettono di attirare, coinvolgere e mantenere le migliori risorse.

a cura di
Gianluca Andraghetti, SAP SuccessFactors Sales Director, SAP Italia